segui Scoppito.info su:
  

Scoppito: il Comune dà via libera alla COOP

coop_2Importanti novità in merito alla vicenda COOP a Scoppito. Il sindaco Marco Giusti ha comunicato che l’ultimo consiglio comunale ha, in sostanza, dato via libera all’insediamento.

Ecco il comunicato del sindaco Giusti:


«Il consiglio comunale di sabato scorso ha dato al sottoscritto la delega per concludere un accordo con la società L’Aquila Bowling in relazione alla nota vicenda conosciuta come Coop. L’accordo, previsto a norma dell’art 11 della legge 241 del 1990, è sostitutivo dell’atto amministrativo di approvazione della variante urbanistica per il cambio di destinazione d’uso dei locali e permetterà agli imprenditori coinvolti di insediare una nuova attività commerciale su una superficie di circa 1000 mq. La società L’Aquila Bowling si impegnerà a cedere opere pubbliche ed infrastrutturali per la risoluzione dei problemi evidenziati dalla nostra Amministrazione nel diniego espresso nel consiglio di maggio scorso.

In sostanza ci sono tutti gli elementi per chiudere la vicenda, per consentire un insediamento che va a completare quell’area commerciale e per iniziare la realizzazione di quelle opere (marciapiedi, attraversamenti, eventuali rotonde) che consentiranno di mettere in sicurezza e di riqualificare quell’area strategica. Va tenuta presente, inoltre, la grande opportunità di ampliare l’offerta commerciale a vantaggio dei cittadini.

E’ stato questo un percorso difficile perchè le parti avevano posizioni molto distanti nella valutazione degli extraoneri, ma alla fine crediamo di aver fatto un buon lavoro e soprattutto di aver fatto l’interesse dell’ente e dei cittadini. Voglio quindi ringraziare i consiglieri del mio gruppo per la compattezza e la sensibilità. Un ringraziamento va anche agli imprenditori privati soprattutto per la disponibilità dimostrata in quest ultimo periodo e per la volontà di investire in un momento di grave crisi.

Il consiglio ha approvato la proposta con i voti favorevoli dei quattro consiglieri di maggioranza e con l’astensione dei due consiglieri di opposizione.»