segui Scoppito.info su:
  

De Nuntiis «A Scoppito si rischia l’esodo dei bambini della primaria»

scuoladi Andrea De Nuntiis – Scoppito. Subito dopo le iscrizioni per l’anno scolastico 2014/15 dei bambini alla prima classe della scuola primaria Italo Calvino “Musp” e dei bambini alla scuola materna di Civitatomassa alcuni genitori hanno manifestato perplessità visto il gran numero di bambini iscritti per gli spazi ridotti delle aule.

Un primo segnale l’avevamo dato facendo fare la prova geologica dell’area individuata e chiedendo anche all’Assessore al Bilancio dell’epoca della realizzazione del “Musp” di verificare bene gli spazi delle aule necessarie ed eventuale palestra rimanendo nei parametri di legge stabiliti per l’emergenza, la risposta? Ci pensiamo noi… Voi fate la minoranza! 

Ed ecco il risultato… Dopo aver raccolto lamentele da parte dei genitori interessati al caso, i Consiglieri Comunali del gruppo Nuovo Rinascimento Dante De Nuntiis e Andrea De Nuntiis hanno protocollato in data 31/03/14 al Sindaco Giusti una richiesta urgente di convocazione di Consiglio Comunale per risolvere il problema spostando in altro stabile comunale la mensa scolastica attualmente ubicata presso una stanza della materna di Civitatomassa in modo tale che si recuperava un’aula e con delibera di Giunta del 03/04/14 è stata spostata nei locali della ex scuola elementare di San Bartolomeo e quindi in parte per i bambini più piccoli “104” il problema è risolto, rimane però il problema alla Italo Calvino per la quale avevamo richiesto l’ampliamento di due aule.

Alla prima classe sono iscritti ad oggi 29 bambini, la legge prevede per la sicurezza max 17 o 18 bambini per aula e se per caso c’è iscritto un bambino diversamente abile si riduce il numero degli alunni, fortunatamente un segnale positivo è arrivato dal Provveditorato agli Studi dell’Aquila che ha assegnato una seconda sezione e quindi un docente in più, adesso dove farà lezione questa seconda sezione? Manca l’aula!

A Circa due mesi dalla nostra richiesta di Consiglio Comunale e a circa venti giorni dalla chiusura dell’anno scolastico non si hanno notizie della volontà politca di realizzare tali opere. Mi dispiace di ciò afferma il Consigliere Comunale Andrea De Nuntiis, è un settore delicato quello delle scuole e dei bambini, al quale mi sono sempre dedicato da anni con passione sia se ero in maggioranza che in minoranza, difendendo in Provincia quando si volevano fare i tagli per i fondi delle strutture e del personale, portando novità ampliando così il programma didattico e indirizzando anche donazioni.

Sono sicuro che il Sindaco Giusti così bravo a reperire fondi, e in questo caso se in difficoltà, potrà rinunciare anche a qualche opera nel territorio già programmata, invece di fare la solita “replicuccia” si attiverà da subito per la realizzazione degli ampliamenti necessari da realizzare ormai nei mesi estivi, dando segnali positivi alla Direzione Scolastica e ai genitori preoccupati in questi giorni, evitando così l’esodo dei nostri bambini in scuole di Comuni limitrofi.

Il Consigliere Comunale
Andrea De Nuntiis