segui Scoppito.info su:
  

Scoppito, botta e risposta De Nuntiis – Giusti

AndreaDeNuntiis-MarcoGiustiA Scoppito botta e risposta tra il consigliere di opposizione Andrea De Nuntiis ed il sindaco Marco Giusti. Riportiamo le opinioni di entrambi, dai relativi articoli apparsi su AbruzzoWeb.

DE NUNTIIS GIUSTI
«Consiglio al sindaco Marco Giusti di lasciar perdere questi giochetti di palazzo sterili e di occuparsi più dei gravi problemi del suo Comune visto il totale degrado e stato di abbandono delle frazioni, delle scuole, delle piazze e delle strade, per non parlare della ricostruzione ferma e del grave ritardo della convocazione del Consiglio Comunale per l’approvazione del rendiconto 2013».Lo scrive in una nota il consigliere comunale di Scoppito (L’Aquila), Andrea De Nuntiis.

“La scorsa settimana – afferma il consigliere scoppitano – esponenti locali di un partito politico e il sottoscritto, in occasione delle vicine elezioni regionali-europee, hanno protocollato regolare richiesta al sindaco per l’utilizzo del Centro Coop a Civitatomassa per incontro politico in due giorni e orari differenti per questa settimana. L’autorizzazione era stata accordata verbalmente dal sindaco giovedì scorso e l’impiegata incaricata aveva dato il via all’organizzazione degli incontri ai richiedenti anche venerdì e la mattina di lunedì 12 maggio, poi ad ora di pranzo e successivamente martedì la stessa persona incaricata mi chiama, comunicando che il sindaco aveva deciso di non dare più il Centro Coop per incontri politici ne a lui ne agli altri richiedenti”.

“Ho subito manifestato il mio dispiacere – continua – in quanto era stato organizzato già tutto da me e sicuramente anche dagli altri richiedenti. Faccio presente che lo scorso 30 Aprile così come all’inizio 2013 lo stesso Centro Coop era stato concesso gratuitamente per effettuare le primarie di natura politica, in quelle occasioni sicuramente non sono stati trattati argomenti sociali-sportivi-sanitari-culturali, con presentazione di mostre di quadri-sculture e poesie”.

“Per gli stabili comunali nell’ultimo Consiglio comunale del 3 aprile scorso – prosegue De Nuntiis nella nota – si è votato l’esame del regolamento per disciplinare l’utilizzo dei locali comunali e proprio il sindaco illustrando l’argomento disse che tali locali potevano essere utilizzati anche per incontri politici. L’incontro è stato fatto ieri, giovedì 15 maggio, alle 18,15 presso la sala Talenti del Centro Pegaso, tantissimi i partecipanti, il sindaco era stato invitato con lettera protocollata mercoledì e gli era stato riservato anche il posto a sedere ma non ha partecipato”.

“Ho letto con sorpresa la nota del consigliere De Nuntiis circa la mancata concessione del centro Coop di Civitatomassa per iniziative elettorali, e sui presunti giochetti di palazzo del sottoscritto . Non capisco le ragioni della polemica vista la discrezionalità dell’amministrazione su decisioni del genere che come affermato dallo stesso consigliere riguardano le manifestazioni elettorali di tutti gli schieramenti”.Lo scrive in una nota il sindaco di Scoppito (L’Aquila), Marco Giusti, in risposta al consigliere Andrea De Nuntiis, il quale, secondo il sindaco, “dovrebbe ricordare le procedure visto che non si organizza un iniziativa senza prima aver avuto risposta sulla disponibilità dei locali, ed in ogni caso grazie ai buoni rapporti personali che abbiamo, poteva chiedere direttamente al sottoscritto la volontà dell’amministrazione in attesa della risposta ufficiale. Rassicuro il consigliere che la mia intenzione non è certo quella di alimentare inutili discussioni , ma piuttosto portare avanti un’azione amministrativa che sta portando i suoi frutti come dimostrano i progetti e i finanziamenti cercati e ricevuti in questi mesi a cominciare dal bando Spazio Giovani per la sede delle associazioni, a quello 6.000 campanili per la realizzazione dell’asilo nido, al bando Gal per la realizzazione di sentieri montani, o il recentissimo finanziamento Fas che permetterà a 200 famiglie di Scoppito di realizzare il compostaggio domestico”.”Senza contare i fondi legati al sisma – afferma poi Giusti – che permetteranno di ristrutturare il municipio, la sede della Scoppito Servizi, gli alloggi Erp e la scuola elementare, questi ultimi recuperati dopo che una singolare gestione durata appena tre mesi aveva messo a rischio). Tutto documentato e a disposizione in Comune con i tempi delle richieste e quelli di approvazione dei finanziamenti a scanso di equivoci e di soggetti che si attribuiscono meriti non propri”.

“Sulle critiche al mio operato, comprendo che il ruolo dell’opposizione è quello di contestare tutto ma in particolare non capisco il riferimento al rendiconto 2013. Come il consigliere dovrebbe sapere l’approvazione del rendiconto è stata prorogata al 30 giugno e la rimodulazione dei trasferimenti richiederà ai comuni una ulteriore approvazione quindi non vedo quali sarebbero le conseguenze catastrofiche di questo ritardo nella convocazione se si rimane entro i termini”, prosegue nella nota il sindaco di Scoppito.

“In conclusione, visto il ruolo importante conferitogli dai cittadini invito il Consigliere De Nuntiis a lasciar perdere argomenti strumentali come il ritardo sul rendiconto e a ragionare e confrontarsi sul merito delle questioni importanti perché di questo ha bisogno Scoppito. Il Consigliere brilli di luce propria e lasci perdere i suggerimenti di quei soloni messi da parte dalla storia e dal voto dei cittadini. Ne guadagnerebbe la qualità del dibattito politico e la crescita di una classe politica locale all’altezza del territori. In questo caso Le porte del Comune (e del Centro Coop) sono spalancate”, conclude Giusti.

fonte: AbruzzoWeb